Progetti Speciali

MARTA CARENZI

Marta Carenzi nasce a Busto Arsizio nel 1977. Dopo gli studi di storia dell’arte si laurea con una tesi sul fotografo Ugo Mulas. Segue in qualità di assistente il fotografo d’architettura Giovanni Chiaramonte. Dopo aver collaborato con la casa editrice Mondadori Electa come ricercatrice iconografica, intraprende la carriera di fotografa realizzando servizi per enti ed aziende. Lavora con alcuni importanti Editori per i quali realizza campagne fotografiche di Musei ed architetture.  Nel maggio 2007 partecipa alla mostra L’Arte sostiene l’opera del mondo, organizzata dall’Associazione Odiemme, con un servizio fotografico realizzato a San Diego in California. Viene poi invitata ad esporre all’interno dell’Itinerario di Arte e Spiritualità nei chiostri dell’Università Cattolica nel 2008 (Rese di Pietra il Suo Volto) e nel 2015 (Tutto ho posto sotto i tuoi piedi). Dal 2012 entra a far parte del team di fotografi di Mondadori Portfolio, realizzando servizi per alcune testate Mondadori. In occasione di Expo 2015 per IL Cairo editore illustra con le sue foto il volume Milano 2015. La città ai tempi dell’Expo e per Mondadori Electa il catalogo ufficiale di Expo. Vive e lavora a Milano.

BENITO LIGOTTI
Avvocato, classe 1987 nasce a Cosenza e vive a Scigliano fino alla maturità scientifica. Studia Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano e successivamente, nella stessa città, si abilità all’esercizio della professione. Dai primissimi anni dell’adolescenza dimostra una forte esigenza di comunicare attraverso un linguaggio artistico molto personale, ma che resta privato, mentre è dal 2014 che ha l’occasione di condividere i propri lavori con il pubblico in occasione delle esposizioni di uno dei suoi progetti artistici, social control.

ligotti2

ZEUS!
Rivista Mutante, è il bimestrale edito da “Il Cardo”, interamente redatto (salvo qualche piccola incursione) dagli utenti dei servizi alla disabilità della cooperativa sociale di Edolo. La rivista, giunta ormai all’undicesimo anno di pubblicazione, vuole offrire uno spaccato sul mondo visto attraverso gli occhi degli utenti che raccontano esperienze, ricordi, sogni o semplicemente si prendono il tempo per giocare con le parole, commentando la realtà che circonda noi umani.

Questi brani, a volte, esulano dalla logica comune (pur non essendo privi di una coerenza interna) e ciò permette al lettore di mettersi in gioco, per riuscire a comprendere profondamente l’Altro. E, in fondo, il discorso culturale che Zeus! ha sempre promosso è l’abbattimento del pregiudizio e l’accettazione della diversità, intesa non soltanto come disabilità, per scardinare il concetto di “normalità” e dare spazio alla pluralità dell’esistenza umana.

Zeus_70_low
Scroll to Top