Chiara Gallo

Chiara Gallo

Scultura

Nasce a Monza nel 1989. Dopo aver conseguito la maturità artistica a Monza, si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Brescia “SantaGiulia”, dove è allieva tra gli altri di Agostino Ghilardi e Pietro Ricci e presso la quale consegue il diploma accademico di I livello in Scultura nel 2011 e il diploma di II livello in Scultura Pubblica Monumentale nel 2013. A partire dal 2008 espone in spazio pubblici e privati soprattutto in territorio bresciano, bergamasco e monzese, e collabora alla realizzazione di diverse opere monumentali (tra cui, nel 2010, Il Cantico delle Creature per il Convento di San Francesco nel Deserto di Venezia). Nel 2011 vince il Concorso “Giovane Arte Bresciana” e nel 2013 il Premio di Scultura “Scultori a Palazzo” di Cesano Maderno. Vive e lavora a Biassono (Mb).

Project

Soul: Anelito di Libertà, 2013 - Chiara Gallo

Soul: Anelito di Libertà, 2013

cartone assemblato cm 160 x 100 x 100

La poetica di Chiara Gallo si concentra sull’uomo del nostro tempo, del quale cerca di far affiorare sia le debolezze e i turbamenti, sia l’incoercibile desiderio di una vita intensa e ardente. Soul: Anelito di Libertà raffigura «un uomo con le mani legate dietro la schiena da catene immaginarie […] che rappresentano l’Orrore delle ombre, il pozzo più profondo della vita». A trasmettere il senso ultimo dell’opera, però, è soprattutto il suo aspetto “tagliato”, che ben lungi dall’essere semplicemente una soluzione “curiosa” contribuisce non poco, con la sua grammatica lacerante, a materializzare nervosamente le ansie e i tormenti che più interessano la scultrice monzese.