Dario Goldaniga

Dario Goldaniga

Scultura

Le Mappe stellari di Dario Goldaniga provano a fornire all’osservatore un nuovo senso dell’orientamento. Stabiliscono un punto di riferimento che l’artista disegna sulla superficie di lastre d’ardesia di recupero, lavagne non più utilizzate, sostituite da nuovi strumenti tecnologici e abbandonate nei meandri delle scuole, contenitori di sapere fatto di scritture e di cancellature, di sovrapposizioni continue e ridefinizioni di significati. Goldaniga traccia sul delebile per antonomasia segni che non possono essere eliminati, poiché incisi sulla pietra. Sono costellazioni incancellabili, bussola per lo sguardo di chi osserva la sua opera.

Dario Goldaniga (1960) vive e lavora a Milano. Dopo il diploma in scultura all’Accademia di Brera, fa esperienza sotto la guida di Kengiro Azuma e come assistente di Gianni Colombo. Intraprende poi il percorso autonomo di ricerca che porta le sue opere in importanti collezioni pubbliche e private, in Italia e all’estero.