Dario Tironi

Dario Tironi

Scultura

Nasce a Bergamo nel 1980. Nel 2006 consegue il diploma accademico in Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, e soprattutto a partire dal 2010 espone assiduamente in spazi pubblici e privati di tutta Italia (Venezia, Torino, Milano, Roma, Bologna, Viterbo, Brescia, San Gimignano, Savona), e specialmente negli ultimi anni anche all’estero (Principato di Monaco, Azerbaijan), allestendo mostre personali in diverse gallerie e partecipando a numerosi premi e concorsi. Nel 2013 realizza l’installazione permanente Da cosa nasce cosa per il Museo della Scienza e della Tecnica “Leonardo da Vinci” di Milano. Negli ultimi anni sperimenta le potenzialità dei materiali riciclati e particolarmente dei veri e propri rifiuti, con i quali realizza opere antropomorfe. Vive e lavora a Bergamo.

Project

Man in the plastic era, 2015 - Dario Tironi

Man in the plastic era, 2015

assemblage cm 190 x 85 x 85

La scultura di Dario Tironi, la cui opera si inserisce nel vasto filone oggettualistico che dal Cubismo conduce oggi a Muniz, è interamente realizzato con i rifiuti prodotti dagli abitanti di Edolo, prelevati direttamente nella locale discarica. Nonostante le forme classicheggianti, ad essere ritratto è l’uomo contemporaneo, colto nell’istante in cui – osservando la pietra appuntita che porta nella mano, ovvero l’unico utensile utilizzato dai nostri antenati più remoti – riflette con intensità tragica (anche se per certi versi allegramente postmoderna) sul senso di un’umanità sempre più preoccupata degli oggetti che possiede, e sempre meno della propria intima identità.