Emma Ciceri

Emma Ciceri

Video

L’ha immaginato, poi l’ha trovato. Emma Ciceri ha avuto la costanza di cercare nel reale una sua visione, fino a vederla concretizzata. Un uomo attorniato da piccioni, che diviene il loro piedistallo, in modo quasi simbiotico, senza soluzione di continuità tra umano e animale. Almerino Vola è il risultato di questa ricerca, la storia di un uomo che da anni vive con uno stormo di uccelli a cui dedica tempo e attenzioni e che ha ridisegnato il suo spazio vitale e la sua esistenza. La narrazione non è affidata all’editing del materiale documentario, bensì ai gesti di Almerino, che l’artista segue rispettosa, come a non voler vedere svanire l’illusione della trasformazione di un immaginario in realtà.

Emma Ciceri (1983) vive e lavora a Bergamo. Il suo lavoro si pone in relazione diretta con il reale attraverso una prolungata e introspettiva osservazione di qualcosa dal suo interno. L’artista guarda al singolo e alla moltitudine, in una ricerca continua di individualità nella folla, che diviene pretesto per l’osservazione ravvicinata delle persone. La sua opera registra la tensione che emerge nella dialettica tra soggettività e moltitudine, affermazione di sé e appartenenza ad un gruppo. Attraverso la cancellatura l’artista isola ciò che considera indispensabile: una pratica di vuoto che genera una nuova moltitudine di presenze.