Felice Nittolo

Felice Nittolo

Mosaici

Nasce a Capriglia Irpina (Av) nel 1950. Dopo la prima formazione in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, si trasferisce a Ravenna per studiare la tecnica del mosaico, a cui in seguito dedica prevalentemente i propri sforzi creativi (impegnandosi anche nel suo insegnamento). Nel 1984 presenta il Manifesto dell’A-Ritmismo, in cui propone un’interpretazione eterodossa e sperimentale del mosaico, che nel corso degli anni lo conduce – sia pur mantenendo la fedeltà all’arte della tessera – sino all’installazione e alla performance. Artista del mosaico tra i più importanti sul piano internazionale, ha esposto in tutta Italia e molte volte all’estero (Stati Uniti, Giappone, Francia), spesso realizzando installazioni in chiese ed importanti edifici storici. Vive e lavora a Ravenna.

Project

In caverna, 1995-2015 - Felice Nittolo

In caverna, 1995-2015

installazione in mosaico dimensioni ambientali

Sin dal 1984, quando ha presentato il suo fondamentale Manifesto dell’A-Ritmismo, Felice Nittolo è impegnato in una revisione sostanziale – e dai tratti decisamente sperimentali – dei principi tecnici ed estetici della tradizione musiva. Nascono secondo questa logica anche i sorprendenti rilievi angolari (certamente memori degli omologhi tatliniani) installati nella galleria di via Fratelli Ramus, le cui forme organiche e primordiali intendono rimandare alla più remota storia geologica della Valle Camonica e precisamente a quella “Glaciazione Würm” la cui forza erosiva ha scavato e levigato le rocce camune fino a far loro assumere il potente aspetto attuale.