Matteo Negri

Matteo Negri

Scultura

Il lavoro di Matteo Negri parte dal reale, che viene trasportato in scultura e falsato attraverso l’utilizzo del materiale e la scelta delle dimensioni. Caratteristiche dominanti della sua opera sono la leggerezza e il desiderio di stupire lo spettatore, unite a una forte componente ludica. Proprio un gioco è uno degli emblemi che connotano la sua produzione: il celebre mattoncino Lego è, infatti, il modulo primario di una sua nota serie di sculture. Simbolo di sperimentazione creativa per eccellenza, esso viene declinato in colori, forme e materiali: in questo caso assume la struttura di un laccio che si annoda, la cui sinuosità contrasta con il rigore dell’elemento di partenza.

Matteo Negri (1982) vive e lavora a Milano. La sua opera è caratterizzata da un interesse prevalente per la scultura, benché non manchino lavori di carattere bidimensionale. I suoi Nodi sono stati ospitati in importanti contesti pubblici come Piazza Gae Aulenti a Milano (Multiplicity, 2015) e diverse piazze a Parigi (L’egoïsme 2010). Le sue opere attivano gli spazi con un senso di ludica meraviglia. Una sua opera Mind the white lines, 2016 è stata scelta per l’acquisto dal Fondo di Acquisizione Fondazione Fiera Milano “Giampiero Cantoni” in occasione dell’ultimo Miart.