Mauro Maffezzoni

Mauro Maffezzoni

Pittura

Mauro Maffezzoni, prendendo come spunto la storia dell’arte, reinterpreta il preesistente, dandone una nuova possibilità di lettura. In questo caso, l’artista si nutre del lavoro del Romanino, maestro bresciano a cavallo tra Quattro e Cinquecento, che in Valle Camonica ha lasciato molti segni. Maffezzoni guarda agli autori locali, intrecciando vicende ed effettuando parallelismi, per esempio tra le immagini del Romanino di Pisogne e quelle del Duomo di Cremona, dove l’artista risiede. Con una pennellata fresca, veloce e leggera, Maffezzoni attua un ritorno alla tradizione, studiando la storia dell’arte e, un poco, anche la sua, recuperando le origini camune della sua famiglia.

Mauro Maffezzoni (1960) vive tra Milano e Cremona. Pittore e scultore, ha studiato con Luciano Fabro. Ha partecipato con un suo intervento artistico allo spettacolo dei Momix, Alchemy, al Teatro Nuovo di Milano e presentato il suo lavoro in numerose mostre personali e collettive, tra le quali Painting shuffle, Galleria Luisa Delle Piane, Milano, a cura di Alessandra Galasso; Painting codes, Museo d’arte contemporanea di Monfalcone (UD), Periscopio, Palazzo delle Stelline, Milano.