Stefano Mazzanti

Stefano Mazzanti

Arti Visive

Nasce a Salò (Bs) nel 1965. Si forma come artista visivo e lighting designer presso il DAMS di Bologna e attraverso la frequentazione del Teatro dell’Acqua dei fratelli Cesare e Daniele Lievi, nonché lavorando con Gigi Saccomandi. Oltre all’intensa attività teatrale, che lo ha visto collaborare con alcuni dei più importanti teatri italiani e con autori, registi, compositori, scenografi e coreografi di primo piano, ha realizzato numerose installazioni luminose – da solo o in collaborazione con altri artisti di varie discipline, e talvolta anche in un’ottica performativa – in città, musei, gallerie e spazi naturalistici, ed è stato invitato ad alcune delle più prestigiose manifestazioni di settore (tra cui Luci d’Ancona e Orizzonte_Futuro a Catanzaro). Vive a Salò e lavora in tutta Italia.

Project

Origine, 2015 - Mazzanti

Origine, 2015

Installazione luminosa e sonora dimensioni ambientali

Il lavoro di Mazzanti, che non a caso è lighting designer oltre che artista visivo, si concentra sulle potenzialità espressive della luce e del suono, che nelle sue opere dialogano strettamente per creare dei veri e propri “ambienti”. Nell’installazione Origine, dedicata all’elemento acqua e allestita all’interno di una sorta di “grotta” oscura e dai risvolti quasi ancestrali, Mazzanti fa “gocciolare” fonicamente l’acqua e le fa poi “disegnare” una serie di spirali che alludono al momento originario della vita. In questo modo, nell’opera confluiscono un filone significativo della ricerca dell’artista e la presenza fortemente caratterizzante dell’acqua nell’ambiente edolese.